Il fashion show dedicato alla moda siciliana nelle giornate della Milano Fashion Week. “The art of Fashion S/S” (Spring-Summer) si è svolto nei saloni della Fabbrica del Vapore in via Procaccini 4 a Milano in occasione della Settimana della Moda.

Il défilé ha ospitato il prêt-à-porter donna made in Sicily accanto ai capi dei couturier fuori classe Anton Giulio Grande e Gianni Tolentino e alla moda firmata Lucia Pi Couture.

Un cast internazionale di trenta modelle ha indossato le collezioni della primavera – estate 2023 sfilando con lo sfondo iconico di 300 opere dell’artista Andy Warhol, simbolo della Pop Art, una rassegna artistica curata dal critico Achille Bonito Oliva.

La regia del fashion show è stata del palermitano Roberto Capone, che ha firmato sfilate e shooting in tutto il mondo. Capone, classe 1972, da 30 anni nella moda è regista, art director e model scouting, vanta collaborazioni internazionali con celebri stilisti. In collaborazione con Roberto Capone, Giusi Maccarrone, organizzatrice di eventi moda in Sicilia, portando in giro la moda nei principali comuni, in fashion show en plein air, durante le stagioni estive.

A sfilare la moda made in Sicily di La Vie En Rose, gli abiti e gli accessori della linea A’biddikkia di Giovanna Mandarano, e le borse del marchio catanese Gler realizzate da Raffaella Testa, Gabriella Mongiovì e Lucia Pavone e dei costumi da mare Ad Astra di Federica Motta, giovane stilista emergente ed indossatrice. Dal panorama nazionale, invece, i capi firmati da Tolentino e Massinissa Askeur, pittore che decora i tessuti utilizzati da Tolentino, da Anton Giulio Grande, da Lucia Pi Couture.

Patrizia Di Dio, amministratrice delegata dell’azienda che produce la griffe palermitana La Vie En Rose, porta il prêt-à-porter tutto al femminile declinato in varie collezioni, con una particolare attenzione al Liberty palermitano e a stoffe che ricordano i fregi dei monumenti palermitani

Per Anton Giulio Grande, stilista calabrese amato dalle star della TV, “E’ un’occasione bella e unica che ha una valenza perché è all’interno di una mostra temporanea. Le mie creazioni hanno sfilato tra le immagini iconiche di Marilyn, degli Agnelli e degli altri ritratti firmati da Warhol.

Lo stilista milanese Gianni Tolentino presenta una collezione eclettica, in una mirabile fusione col pittore simbolista Massinissa Askeur noto a livello internazionale, dando vita ad una collezione ispirata a Mirò, dedicata alla donna e caratterizzata da stampe su seta.

L’evento è anche l’occasione per fare il punto sul settore moda anche in Sicilia. Tra gli ospiti presenti, il Vice Presidente di Confesercenti Area Metropolitana di Catania Francesco Musumeci, nonché componente anche della Presidenza Nazionale di FISMO (Federazione Italiana Settore MOda) che nell’esprimere entusiasmo per la scelta di portare alla FWM 2023 la moda siciliana, ha anche rappresentato quanto si attuale il dover tutelare il made in Italy, mediate politiche nazionali ed internazionali che incoraggino e al contempo favoriscano gli imprenditori del settore, a riportare su territorio nazionale le linee produttive, valorizzandone così la propria l’identità, restituendo l’unicità italiana nel panorama d’oltralpe, così come un tempo.

L’articolo Fismo Confesercenti, The Art of Fashion: la moda siciliana alla MFW – 2023 proviene da Confesercenti Nazionale.