Sicurezza nelle città, siamo andati al Viminale per parlare del caso Firenze

Apr 4, 2024

Confesercenti ribadisce l’impegno per la massima collaborazione tra il mondo delle imprese e il Ministero dell’Interno sul fronte della sicurezza nelle città. A febbraio rinnovato accordo per la videosorveglianza

Si è svolto oggi, giovedì 4 aprile, un incontro al Viminale a Roma sul tema della sicurezza nelle città e, in particolare, a Firenze. Nella città, nel 2023, si è registrato un aumento del tasso di criminalità e di spaccate e furti a danno dei negozi.

Hanno partecipato all’incontro il Capo di Gabinetto o Maria Teresa Sempreviva, il Vice Capo di Gabinetto d Vittorio Lapolla, il Prefetto di Firenze Francesca Ferrandino.

Nella delegazione Confesercenti, il Segretario Generale Confesercenti Nazionale Mauro Bussoni e  il Presidente Metropolitano Claudio Bianchi, il Presidente della Città di Firenze Santino Cannamela ed il Direttore Generale Alberto Marini.

Si ringrazia il Ministro dell’Interno e la Capo di Gabinetto per l’invito e per l’attenzione dimostrata.

La Capo di Gabinetto Sempreviva ha confermato, durante l’incontro, l’attenzione del Ministero verso tutte le problematiche inerenti alla sicurezza. E, in generale, verso tutte le tematiche che riguardano la città di Firenze, un’importante realtà a livello nazionale anche per il numero di presenze turistiche che registra ogni anno.

Il Prefetto di Firenze Francesca Ferrandino, che si ringrazia per la disponibilità, ha tracciato un’attenta e dettagliata analisi di tutte le iniziative già introdotte e da introdurre per contrastare situazioni di microcriminalità e disagio che si sono create e si possono creare in città.

L’incontro di oggi al Viminale non rappresenta un punto di arrivo. E’, piuttosto, l’inizio e il prosieguo di un percorso di collaborazione, che storicamente vede Confesercenti come protagonista. La nostra Associazione è da sempre attenta ai temi della sicurezza. Un ruolo che compete a chi rappresenta l’economia, il commercio ed il turismo nei territori.

Il focus di oggi è stata l’occasione per confermare l’impegno di Confesercenti, già ribadito al Ministro Matteo Piantedosi in occasione del rinnovo dell’accordo per la videosorveglianza: garantire la massima collaborazione tra le attività di prossimità e il Ministero dell’Interno. Con il doppio obiettivo di tutelare gli esercizi commerciali e accrescere, allo stesso tempo, i livelli di sicurezza per tutti i cittadini.

 

L’articolo Sicurezza nelle città, siamo andati al Viminale per parlare del caso Firenze proviene da Confesercenti Nazionale.