Istat, ad aprile tasso di occupazione al 62,3%, nuovo record

Mag 30, 2024

La disoccupazione cala al 6,9%, stabili gli inattivi

“Ad aprile 2024, su base mensile, il tasso di occupazione sale al 62,3%, segnando un nuovo record. Rispetto a marzo, l’occupazione cresce di 84 mila unità (+0,4%)”.

Lo comunica l’Istat, diffondendo la stima provvisoria su occupati e disoccupati.

“Il tasso di disoccupazione scende al 6,9%, mentre il tasso di inattività è stabile al 33,0%”.

“L’occupazione cresce (+0,4%, pari a +84mila unità) per uomini e donne, per dipendenti e autonomi e per tutte le classi d’età a eccezione dei 25-34enni, che registrano un calo. Il numero di persone in cerca di lavoro diminuisce (-3,0%, pari a -55 mila unità) per entrambi i generi e in ogni classe d’età tranne per i 15-24enni. Il tasso di disoccupazione totale scende al 6,9% (-0,2 punti), quello giovanile rimane invariato al 20,2%”.

“La stabilità del numero di inattivi, sottolinea Istat, è sintesi dell’aumento registrato tra gli uomini e i 25-34enni e della diminuzione osservata tra le donne e le altre classi d’età. Il tasso di inattività si mantiene stabile al 33,0%”.

“Confrontando il trimestre febbraio-aprile 2024 con quello precedente (novembre 2023-gennaio 2024), si registra un aumento del livello di occupazione pari allo 0,6%, per un totale di
136mila occupati. Una crescita che si associa alla diminuzione delle persone in cerca di lavoro (-2,3%, pari a -44 mila unità) e degli inattivi (-0,2%, pari a -19 mila unità)”.

“Su base annuale, invece, il numero di occupati ad aprile 2024 supera quello di aprile 2023 del 2,2% (+516 mila unità). L’aumento coinvolge uomini, donne e tutte le classi d’età. Il tasso di occupazione in un anno sale di 1,1 punti percentuali. Rispetto ad aprile 2023, calano sia il numero di persone in cerca di lavoro (-11,8%, pari a -236 mila unità) sia quello degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-1,3%, pari a -166 mila)”.

OCCUPATI

Ad aprile l’Istat ha registrato 516 mila occupati in più rispetto ad aprile 2023. Crescono soprattutto i contratti di lavoro dipendente a tempo indeterminato (+444mila) e gli indipendenti (+154mila) mentre calano i dipendenti a termine (-82mila). Gli occupati complessivi nel mese sfiorano i 24 milioni toccando quota 23 milioni 975mila unità. Rispetto ad aprile del 2022 si conta quasi un milione di occupati in più (+911mila) mentre rispetto ad aprile del 2021 l’aumento è di 1,61 milioni di unità.

Le donne occupate ad aprile del 2024 sono cresciute di 247mila unità su aprile 2023, a fronte di un aumento di 270mila occupati maschi, toccando quota 10 milioni 194mila unità. Nel mese di aprile la crescita del lavoro tra le donne è maggiore con un aumento di 62mila occupate su marzo per le femmine e un aumento di 22mila unità tra gli uomini. (

 DISOCCUPAZIONE

Il tasso di disoccupazione ad aprile è sceso al 6,9%, il tasso più basso da dicembre 2008, quando si fissò allo stesso livello. Dalle tabelle Report Istat su occupati e disoccupati emerge anche che il tasso delle persone alla ricerca di lavoro è al tasso più basso da oltre 15 anni. Il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 24 anni è rimasto stabile al 20,2%, stesso tasso registrato a marzo, al livello più basso da febbraio del 2008 (20,2%).

L’articolo Istat, ad aprile tasso di occupazione al 62,3%, nuovo record proviene da Confesercenti Nazionale.