Confesercenti Abruzzo: ristorazione, dalla ricerca di personale alla formazione di cittadini extracomunitari. L’alleanza fra imprese, formatori ed operatori dell’accoglienza

Giu 14, 2024

Progetto “HospItaly” per i primi 10 ospiti della comunità “Figlie dell’amore di Gesù e Maria” di Brecciarola.  Martedì focus con l’assessore regionale Santangelo, il prefetto Della Cioppa, suor Vera D’Agostino, l’imprenditore Iezzi e il vertice di Confesercenti

Arriva una prima risposta sperimentale alla persistente difficoltà di ricerca di personale nel settore della ristorazione in Abruzzo. A pochi giorni dall’avvio della stagione estiva, a Manoppello Scalo infatti sono in corso le attività formative promosse da una inedita alleanza fra la Confesercenti Abruzzo, il suo ente formativo Cescot Abruzzo, accreditato presso la Regione, e la comunità delle Figlie dell’amore di Gesù e Maria fondate da suor Vera D’Agostino, che attraverso la cooperativa sociale Fagem accoglie i migranti nel villaggio di Brecciarola. Dieci di questi ospiti di età compresa fra i 20 ed i 38 anni, provenienti da Camerun, Bangladesh, Benin, Costa d’Avorio, Mali, Burkina Faso e Tunisia, sono alle prese con il corso che consentirà loro di acquisire 3 unità di competenza che concorrono all’acquisizione della qualificazione regionale di Cameriere di sala, bar e attività di banqueting. Alla conclusione del percorso di 123 ore potranno essere impiegati in mansioni che prevedono pulizia, manutenzione e riordino degli spazi, allestimento ed organizzazione della sala e al servizio di somministrazione di cibi e bevande.

Un test da forte valore simbolico e operativo, che può dare una risposta interessante alle attese di più soggetti. Il progetto è denominato HospItaly infatti perché ha un duplice obiettivo: accogliere i migranti attraverso una percorso di formazione, che può diventare volano di inclusione e quello di rispondere alle esigenze delle imprese di trovare personale nel settore della ristorazione e della produzione alimentare. Il progetto, promosso dalla Confesercenti Abruzzo, è supportato dal GAL Terre Pescaresi, che ha messo a disposizione gratuitamente i locali della sede accreditata del suo Organismo di Formazione è stato fortemente voluto dalla cooperativa Fagem guidata da suor Vera D’Agostino, dalle imprese locali ed in particolare dalla Caffetteria Anna dell’imprenditore Loriano Iezzi, azienda di Manoppello leader nella ristorazione e banqueting, che ha sostenuto anche le spese del materiale didattico e di consumo, ai docenti e alla commissione nominata dalla Regione per l’esame finale. Per questo martedì 18 giugno alle ore 10.30 a Manoppello Scalo, presso la sede di via Andrea Costa a Manoppello Scalo, ci sarà un focus pubblico proprio per sottolineare le attese attorno al progetto.

Ci saranno l’assessore regionale alla formazione Roberto Santangelo, il prefetto di Chieti Mario Della Cioppa, il sindaco e vicepresidente della Provincia di Pescara Giorgio De Luca, che parleranno del progetto assieme a suor Vera D’Agostino, madre superiora generale delle Figlie dell’amore di Gesù e Maria, all’imprenditore Loriano Iezzi, al presidente regionale di Confesercenti Daniele Erasmi ed ai rappresentanti delle imprese attive in questa sperimentazione.

 

Leggi le altre notizie Confesercenti dal territorio

L’articolo Confesercenti Abruzzo: ristorazione, dalla ricerca di personale alla formazione di cittadini extracomunitari. L’alleanza fra imprese, formatori ed operatori dell’accoglienza proviene da Confesercenti Nazionale.