Il Presidente Domenichini: “Speriamo che a questo primo weekend ne seguano altri che permettano alle imprese del settore di risollevarsi”

Dopo quattro giorni di saldi invernali le imprese del settore moda dell’Emilia-Romagna registrano un discreto andamento delle vendite ma l’offerta di prodotti scontati è ancora ampia e molte sono le opportunità di fare buoni affari per i consumatori. È questo in sintesi quanto emerge dall’indagine condotta da Confesercenti Emilia Romagna su un campione di imprese del settore moda della regione nel lunedì successivo al primo week end dei saldi che, quest’anno, ha avuto un periodo allargato dalla partenza anticipata dovuta al ponte dell’Epifania.

Il 32% degli intervistati ha registrato un incremento rispetto allo stesso periodo del 2022 e un 41% ha visto le vendite posizionarsi sullo stesso livello. Un terzo di chi ha registrato un incremento lo ha visto aumentare di oltre il 20%. Il risultato è stato anche opera della partenza dei saldi che hanno sfruttato anche il giorno festivo del 6 gennaio che, per il 46% degli intervistati, ha influito positivamente sulle vendite. Più della metà delle imprese (53%) ha praticato uno sconto del 30%, un terzo degli intervistati ha praticato uno sconto del 20% mentre un 18% delle aziende ha praticato uno sconto superiore al 40 e fino al 50%. Lo scontrino medio si è attestato a 92,27 euro, per il 28% degli intervistati di valore superiore a quello dello scorso anni, per il 31% di valore inferiore mentre per il restante 41% più o meno dello stesso importo. Il 60% delle imprese si dichiara, quindi, soddisfatto di questo avvio dei saldi anche se il discreto andamento dei primi giorni non ha comunque svuotato i negozi che, anzi si presentano ancora con un ampio assortimento di prodotti a disposizione della clientela che potrà, quindi, realizzare nei prossimi giorni ancora ottimi affari.

Questo è l’auspicio anche delle imprese del settore, per le quali, emerge sempre dall’indagine, che i saldi invernali rappresentano circa il 20% del fatturato complessivo.
“Questo primo weekend di saldi – chiosa il Presidente regionale di Confesercenti Emilia Romagna, Dario Domenichini – ha dimostrato ancora una volta che il consumatore gradisce il contatto col negozio fisico e il ruolo che può svolgere personale qualificato nell’orientare le scelte con competenza e professionalità e anche la serietà delle proposte risulta un elemento di garanzia importante. Speriamo che a questo primo weekend ne seguano altri che permettano alle imprese del settore di risollevarsi, almeno parzialmente, da questi terribili anni che hanno vissuto, i saldi, infatti, proseguiranno nella nostra regione fino a domenica 5 marzo”.

GRAFICI CS SALDI

Leggi le altre notizie Confesercenti dal territorio

L’articolo Indagine Confesercenti E.R. sul primo weekend lungo di saldi invernali in Emilia Romagna: avvio discreto per le imprese ma disponibile ancora un ampio assortimento di articoli proviene da Confesercenti Nazionale.