La tutela e lo sviluppo dell’imprenditoria femminile in Italia, tra pandemia e PNRR. Sono stati questi i temi al centro dell’incontro di oggi tra la Ministra per le Pari Opportunità Elena Bonetti e una delegazione di Impresa Donna Confesercenti guidata dalla Presidente nazionale Barbara Quaresmini.

Prendendo spunto dalla Missione 5 (Inclusione e coesione) del PNRR, la presidente Quaresmini ha sottoposto all’attenzione della Ministra Bonetti gli aspetti fondamentali per Confesercenti su cosa significhi fare impresa oggi al femminile e allo stesso tempo segnalare le proposte che possono garantire un giusto affiancamento per le nuove start up e per imprese che vogliono consolidarsi ed investire. In questo senso, Quaresmini ha manifestato l’apprezzamento sugli interventi legati al PNRR che hanno dato luce al Fondo Impresa Femminile, molto utile ed apprezzato dalle imprenditrici, chiedendo allo stesso tempo un cambio di passo sul tema degli incentivi.

“Sarebbe opportuno non tanto e non solo prevedere incentivi ad hoc per le donne imprenditrici rafforzando e ampliando quelli esistenti, ma soprattutto collegarli a una progettualità imprenditoriale sufficientemente elaborata e adeguata alle nuove sfide che la pandemia ha reso ancora più impegnative”, ha detto alla Ministra la Presidente Quaresmini. “Fare impresa oggi non significa solo offrire un generico servizio/prodotto ma anche ben identificarlo, valorizzarlo, comunicarlo, renderlo conoscibile e acquistabile sul web assicurandosi che sia sostenibile sotto il profilo economico, sociale e ambientale. Per raggiungere questi risultati ogni neo-impresa, soprattutto se costituita da donne deve poter contare su un solido e affidabile affiancamento che non può essere ovviamente limitato alla sfera fiscale e normativa”.

L’articolo Impresa Donna Confesercenti incontra la Ministra per le Pari Opportunità, Elena Bonetti proviene da Confesercenti Nazionale.