Abbiamo visto che gli spazi all’aperto sono stati un successo nel periodo estivo ma non solo – afferma Massimiliano Mei


Grosseto: le norme sui dehors sono prorogate sino a tutto il 2024. L’approvazione avvenuta alla Camera autorizza la posa in opera temporanea su vie, piazze, strade e altri spazi aperti di interesse culturale o paesaggistico, da parte dei titolari di pubblici esercizi, di strutture amovibili, come dehors, pedane, tavolini, ombrelloni, purché funzionali all’attività, non è subordinata ad autorizzazioni del codice dei beni culturali.

Il tutto era iniziato in periodo Covid, quando i Comuni avevano autorizzato l’utilizzo del suolo pubblico per ristoranti, bar, esercizi pubblici. Con questo provvedimento viene prolungata l’efficacia delle concessioni rilasciate “bypassando” le regole del Codice dei beni culturali che prevedono il preventivo assenso delle Soprintendenze perché sia permessa l’installazione di dehors su spazi aperti di interesse culturale o paesaggistico.

«Confesercenti ha chiesto questa ulteriore proroga – afferma Massimiliano Mei presidente provinciale Fiepet Confesercenti Grosseto. Abbiamo visto che gli spazi all’aperto sono stati un successo nel periodo estivo ma non solo. Grazie al clima mite si può mangiare fuori anche ben oltre l’estate. Con questa scelta il Parlamento è andato incontro non solo alle esigenze degli esercenti, ma anche a quelle dei consumatori».

«Da un sondaggio Confesercenti emerge che i ¾ dei clienti gradisce molto questa soluzione. Tra l’altro, se nelle città l’abitudine già c’era, nei paesini piccoli, dove non c’è traffico e c’è poca vita, serve a riportare la gente fuori, sulle strade, e combattere la desertificazione. Un’opportunità per ridare ossigeno ai piccoli borghi. Nelle città forse l’esigenza c’è meno, ma incrementarla non fa certo male».

Si tratta comunque di norme che danno ai Comuni l’opportunità di prolungare l’efficacia delle concessioni rilasciate, ma che non costituiscono per tali enti un obbligo.

Per Mei però questa « è un’opportunità anche per i Comuni che possono incassare suolo pubblico, a canoni calmierati per non penalizzare la categoria, entrate preziose soprattutto per le comunità più piccole».

L’articolo Grosseto, Confesercenti su proroga dehors e gazebo all’aperto proviene da Confesercenti Nazionale.