La 45ma edizione di Sigep-the dolce world expo, il Salone internazionale di gelateria, pasticceria, panificazione artigianali e caffè di Italian exhibition group, in programma dal 20 al 24 gennaio al quartiere fieristico di Rimini, sarà l’occasione per dare il via al countdown alla dodicesima edizione della Giornata europea del gelato artigianale, che si celebra in tutto il Vecchio Continente (e non solo) il 24 marzo di ogni anno.

Istituito dal Parlamento europeo nel 2012, il Gelato day è un’importante occasione per celebrare e valorizzare il gelato artigianale, prodotto amatissimo in tutto il mondo e che rappresenta un’importante filiera economica, confermando che l’amore per il gelato artigianale non conosce crisi.

Il gelato artigianale è un prodotto diffuso in tutto il mondo, ma in Europa è in assoluto protagonista. Il Vecchio Continente è leader sia per numero di gelaterie – ben 65 mila, che impiegano circa 300 mila addetti – sia per consumi, con in primis Italia (39 mila punti vendita, di cui oltre 9.300 gelaterie, 12.000 pasticcerie e circa 18.000 bar che offrono gelato artigianale), Germania (9.000 punti vendita di cui 3.300 gelaterie pure), Spagna (2.200), Polonia (2.000), Belgio (1.200), ma importante è la presenza anche in altri paesi, come Inghilterra, Austria, Grecia e Francia.

E se lo scorso anno numero di gelaterie e volumi di vendita hanno registrato un leggero aumento (per entrambi +1% rispetto al 2022), il 2023 sarà però ricordato per l’impennata storica del fatturato (ben +11%) che, per la prima volta, ha superato il traguardo dei 10 miliardi di euro: il giro d’affari dello scorso anno ha infatti toccato la cifra record di 10.9 miliardi di euro, in netto aumento rispetto ai 9.83 miliardi del 2022 e gli 8.7 miliardi del 2021.

La crescita del fatturato è principalmente legata all’aumento dei prezzi (+10% in Europa) dovuto agli incrementi dei costi delle materie prime agricole quali latte, zucchero, uova, cacao e la frutta in generale, mentre la crescita del numero di gelaterie, i flussi turistici e la durata della stagione hanno avuto un impatto positivo marginale.

Anche l’Italia registra lo stesso trend positivo: il giro d’affari del 2023 vede un incremento dell’11%, sfiorando i 3 miliardi di euro tra gelaterie, pasticcerie e bar con gelato (erano 2.7 miliardi di euro nel 2022, 2.3 miliardi di euro nel 2021 e 1.85 miliardi di euro nel 2020). Nonostante la contrazione del potere d’acquisto degli italiani, la spesa pro-capite per il gelato artigianale è salita a circa 43 euro, a cui si aggiunge la spesa del turismo straniero (circa 2.5 euro a persona), anch’esso in crescita nel nostro Paese: +4% nella stagione estiva, +13% durante l’anno, con un particolare aumento delle presenze a partire da agosto.

Segno positivo anche per i volumi che, nonostante l’inflazione e l’andamento climatico poco favorevole, sono rimasti stabili (+1% rispetto al 2022), facendo ben sperare per il futuro di tutta la filiera, che nel suo complesso (gelaterie, ingredienti, macchine, attrezzature, vetrine) vale oltre 4 miliardi di euro e dà lavoro a più di 100.000 persone.

Proprio per sostenere e valorizzare il gelato artigianale e tutta la sua importante filiera, il Gelato day sbarcherà a Sigep, uno dei più importanti momenti di incontro tra gli operatori del settore.

Si inizia sabato 20 gennaio, alle 16.30, presso il Gelato Lab (pad. A7), dove si terrà l’incontro ‘Gelato day e Gelato a primavera 2024’, a cura di Artglace e Associazione italiana gelatieri. A presentare il rinnovato gemellaggio tra questi due eventi che vogliono celebrare e promuovere l’eccellenza del gelato artigianale interverranno: Mirco Carloni, Presidente della XIII commissione Agricoltura della Camera dei Deputati; Domenico Belmonte, presidente Artglace; Claudio Pica, segretario generale Aig; Marco Cavedagni, presidente di Acomag; Carlotta Fabbri, presidente del Gruppo Prodotti per il Gelato di Uif; Ferdinando Buonocore, presidente del Comitato gelatieri campani; Vincenzo Pennestrì, presidente Associazione italiana gelatieri; Valentina Sorgente, exhibition manager di Sigep-Italian exhibition  group.

Protagonista assoluta sarà poi la ‘Gaufre de Liège’, il gusto dell’anno 2024 scelto dal Belgio, nel nuovo concorso ‘Gelato d’autore’ promosso da Artglace, G.A. (Comitato nazionale per la difesa e la diffusione del gelato artigianale e di produzione propria) e Aig (Associazione italiana gelatieri): lunedì 22 gennaio, dalle 10.00 alle 14.00, presso lo stand Artglace (n. 186, Pad. A7), i gelatieri europei si sfideranno a colpi di creatività interpretando la ricetta ufficiale del Gusto dell’anno 2024 (la partecipazione al concorso è gratuita, il regolamento completo è disponibile sul sito del Gelato Day).

I vincitori saranno proclamati martedì 23 gennaio, dalle ore 14.00, presso il Gelato Lab (pad. A7), dove si svolgeranno anche le premiazioni della terza edizione del videocontest che ha messo alla prova i mastri gelatieri di tutta Europa alle prese con il Gusto dell’anno 2023 ‘Apfelstrudel’.

Annunciati lo scorso novembre nel corso della Mig-Mostra internazionale del gelato a Longarone, si aggiudicano un posto sul podio: sul primo gradino, la gelateria artigianale e naturale ‘Burrocacao’ di Imola delle gemelle Elisa e Giulia Manara, sul secondo gradino ex-aequo la Gelateria Perlecò di Alassio, Tenuta Chirico di Ascea (Salerno) e la Gelateria Mil Sabores di Pontenure (Piacenza), mentre chiudono al terzo posto, a parimerito, L’Arte del Gelato di Anzio Colonia (Roma) e La Sorbettiera di Firenze.

L’articolo Fiere: Sigep 2024, in vetrina il gelato che supera, per la prima volta, i 10 miliardi di euro in Europa proviene da Confesercenti Nazionale.