Il Presidente De Lorenzo: “Chiediamo con urgenza all’assessore Sileo una delibera di Giunta che tuteli le centinaia di aziende operanti sulle coste lucane”

Si è tenuta presso la sala riunioni del Dipartimento infrastrutture e mobilità della Regione Basilicata un incontro convocato dall’assessore al ramo Lucia Sileo, a cui hanno partecipato il dirigente ed i funzionari dell’Ufficio Demanio, i rappresentanti delle sigle Sindacali dei balneari e gli amministratori dei comuni costieri, per discutere e condividere le varie attività intraprese alla luce dello stato attuale giuridico-normativo che riguarda il demanio marittimo.

Qualche giorno fa la Cassazione a sezioni unite ha annullato, per eccesso di giurisdizione, la sentenza dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, che bocciava la proroga delle concessioni balneari al 2033 prevista dalla legge 145 del 2018 senza entrare nel merito delle questioni, ritenendola non valida; il tutto viene rimandato nuovamente al Consiglio di Stato per il riesame.

Il Governo italiano, a seguito della sentenza della Corte di Giustizia Europea che ha evidenziato come elemento essenziale dell’applicabilità della direttiva Bolkestein sia la mancanza di scarsità di risorse, ha istituito un tavolo tecnico con tutti i ministeri di competenza che, a conclusione dei lavori, ha dichiarato che solo il 33% delle risorse disponibili è dato in concessione, ragione per cui non sussiste necessità di procedere alle evidenze pubbliche.

Nella riunione tenutasi nell’Ufficio Demanio della Regione Basilicata lo scorso 29 novembre, il Presidente De Lorenzo, facendo riferimento alla Legge 118 del 2022 (Legge Draghi) che dà la possibilità agli Enti concedenti di andare in deroga di un anno, portando al 31 Dicembre 2024 la validità delle attuali concessioni demaniali (in attesa di una chiara normativa da parte del legislatore nazionale), ha chiesto con urgenza all’assessore Sileo una delibera di Giunta che tuteli le centinaia di aziende operanti sulle coste lucane.

L’assessore, sentite le parti, si è resa disponibile ad istituire un tavolo permanente, volto ad accogliere le istanze delle associazioni sindacali di categoria e degli Amministratori Comunali, in modo da fornire delle linee di indirizzo che diano risposte nell’immediato e che procedano anche a stabilire un termine a partire dal quale si adottino delle misure che diano prospettive progettuali agli operatori balneari. In base alle ultime risultanze, da cui è emersa che in Basilicata non vi è scarsità di risorse, Massimo De Lorenzo ha invitato l’assessore e gli uffici competenti a riflettere sulla possibilità di tutelare le concessioni demaniali esistenti e concedere attraverso evidenze pubbliche parte delle aree libere, e nel contempo preservare le spiagge libere.

La riflessione esposta da Massimo De Lorenzo FIBA Confesercenti Matera, potrebbe aprire nuovi scenari alla definizione pacifica e definitiva del problema.

Leggi le altre notizie Confesercenti dal territorio

L’articolo Fiba Confesercenti Matera: le riflessioni del Presidente Massimo De Lorenzo nell’incontro in Regione sulla questione demanio marittimo, giunta oramai al capolinea proviene da Confesercenti Nazionale.