I voti a favore sono stati 174, 115 i contrari

Via libera definitivo al dl Fisco (o dl Anticipi). I voti a favore sono stati 174, 115 i contrari.

Tante le misure, anche rilevanti, entrate nel corpo del dl Fisco con il passaggio parlamentare: dalla restituzione al gruppo Toto della concessione della A24-A25 all’introduzione del Cin per B&B e case vacanze; dalla soluzione per i mutui dei bancari alla riforma delle garanzie per le Pmi; dall’aumento del bonus psicologo all’abolizione dell’obbligo di fatturazione elettronica per i sanitari; da novità sulla tassazione delle componenti dei liquidi delle e-cig a novità sui Pir, alla proroga dello smart working per genitori e fragili privati e alla riapertura dei termini per la rottamazione quater. Oltre all’esenzione dall’Iva per interventi estetici.

RIFORMA GARANZIE FONDO PMI

Il Senato ha introdotto nel testo del decreto la riforma delle garanzie del Fondo per le Pmi, stabilendo che anche per tutto il 2024 rimarrà a 5 milioni di euro il tetto fissato dell’importo massimo garantito dal Fondo di garanzia per le Pmi per ogni singola impresa. La riforma esclude dalla concessione delle garanzie le imprese in fascia 5 del modello di valutazione (ovvero quelle più a rischio) e riduce: dal 60 al 55% la garanzia per le Pmi rientranti nella fascia 1 e 2 e dall’80 al 60% per quelle in fascia 3 e 4. Viene invece aumentata all’80% la garanzia concessa per “operazioni finanziarie aventi ad oggetto il finanziamento di programmi di investimento, nonché per le operazioni finanziarie riferite a Pmi costituite o che abbiano iniziato la propria attività non oltre 3 anni prima della richiesta della garanzia del Fondo e non utilmente valutabili sulla base del modello di valutazione”.

PROROGA ROTTAMAZIONE QUATER

L’aula del Senato ha approvato l’emendamento che permettere di pagare senza interessi né mora, entro il 18 dicembre 2023, i versamenti scaduti il 31 ottobre e il 30 novembre 2023 delle ultime due rate 2023 della rottamazione quater delle cartelle esattoriali, prevista dalla legge di Bilancio 2023 (quella che riguarda i carichi affidati all’Agenzia delle Entrate dal primo gennaio 2000 al 30 giugno 2022).

CODICE CIN PER B&B

Nel dl Fisco è entrata anche la norma che prevede l’obbligo del codice identificativo nazionale – Cin per le unità immobiliari ad uso abitativo destinate a contratti di locazione per finalità turistiche, alle unità immobiliari ad uso abitativo destinate alle locazioni brevi e alle strutture turistico ricettive alberghiere ed extra alberghiere. Chiunque proponga o conceda in locazione, per finalità turistiche una unità immobiliare ad uso abitativo o una porzione, ovvero il soggetto titolare di una struttura turistico ricettiva alberghiera o extra alberghiera, sarà dunque “tenuto ad esporre il Cin all’esterno dello stabile in cui è collocato l’appartamento o la struttura, assicurando il rispetto di eventuali vincoli urbanistici e paesaggistici, nonché ad indicarlo in ogni annuncio ovunque pubblicato e comunicato”. Mentre i soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare e i soggetti che gestiscono portali telematici avranno “l’obbligo di indicare, negli annunci ovunque pubblicati e comunicati, il Cin dell’unità immobiliare destinata alla locazione per finalità turistiche, ovvero della struttura turistico ricettiva alberghiera o extra alberghiera”.

GAS STOCCATO DA GSE

Il Gestore dei servizi energetici (Gse), anche tramite accordi con società partecipate direttamente o indirettamente dallo Stato e attraverso lo stretto coordinamento con la maggiore impresa di trasporto di gas naturale, provvederà “a erogare un servizio di riempimento di ultima istanza tramite l’acquisto di gas naturale, ai fini del suo stoccaggio e della sua successiva vendita entro il 15 ottobre 2024 (e non più entro il 15 settembre 2024) nel limite di un controvalore pari a 4.000 milioni di euro”.

E-CIG

Dal 1 maggio 2024 i prodotti privi di nicotina, anche non direttamente vaporizzabili, destinati ad essere utilizzati come componenti della miscela liquida idonea alla vaporizzazione e che sono volti a conferire un odore o un gusto ai prodotti liquidi da inalazione senza combustione (per le sigarette elettroniche ad esempio) saranno assoggettati all’imposta di consumo applicata ai liquidi da inalazione senza nicotina (attualmente 1,07 euro ogni 10ml) e la loro commercializzazione sarà assoggettata alle norme dei prodotti succedanei dei prodotti da fumo. Come ad esempio la preventiva autorizzazione da parte dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli nei confronti di soggetti in possesso dei requisiti per la gestione dei depositi fiscali di tabacchi lavorati. La riformulazione prevede anche che con determinazione del direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli sia stabilito un congruo termine per lo smaltimento delle scorte di questi prodotti che risultino non conformi. Il termine, viene stabilito, non può essere inferiore a tre mesi, decorrenti dalla data di adozione della predetta determinazione, per lo smaltimento delle scorte detenute da importatori, produttori e distributori e non può essere inferiore a 6 mesi, decorrenti dalla medesima data di adozione, per lo smaltimento delle scorte presenti nelle rivendite di generi di monopolio, negli esercizi di vicinato autorizzati, nelle farmacie e nelle parafarmacie nonché in altri esercizi di vendita. Si stimano dalla misura entrate pari a 1,56 milioni di euro per il 2024 e 3,13 milioni di euro annui dal 2025, che andranno a rimpolpare le risorse per il Fondo per gli interventi strutturali di politica economica.

ALLUVIONATI TOSCANA

Due gli interventi inseriti nel dl Fisco per aiutare la popolazione toscana colpita dall’alluvione del 2 novembre. I contributi a fondo perduto della Simest, previsti per le imprese di export colpite dalle alluvioni, vengono estesi anche alle imprese esportatrici della Toscana colpite dall’alluvione del 2 novembre scorso. La misura è estesa anche alle imprese non direttamente operative sui mercati esteri ma legate a filiere produttive a vocazione esportatrice con fatturato derivi da comprovate attività di fornitura a beneficio di imprese di export. Si esonera, inoltre, fino al 31 dicembre 2024, dalla prestazione di forme di garanzie, le richieste di finanziamento agevolato presentate dalle stesse imprese di export localizzate nelle zone della Toscana colpite dalle alluvioni del 2 novembre scorso. Tutti i contribuenti che avevano residenza o sede legale o operativa nei comuni della Toscana colpiti dall’alluvione del 2 novembre scorso, inoltre, avranno tempo fino al 20 dicembre 2023 per pagare, senza sanzioni e interessi, tutti gli adempimenti e versamenti tributari e contributivi (compresi i versamenti delle ritenute alla fonte delle trattenute relative alle addizionali regionali e comunali e le rate delle cartelle fiscali) che scadono nel periodo dal 2 novembre 2023 al 19 dicembre 2023.

SMART WORKING

Nel dl Fisco è stata inserita anche la proroga al 31 marzo 2024 del lavoro agile per i genitori lavoratori privati con figli minori di 14 anni e per i dipendenti privati fragili.

RILEVATORI GAS Ed ESTINTORI B&B

Si prevede inoltre che tutte le unità immobiliari affittate per fini turistici siano dotate di dispositivi per la rilevazione di gas combustibili e del monossido di carbonio funzionanti nonché di estintori portatili (uno ogni 200 mq o frazioni). Inizialmente, con un subemendamento di FI approvato in commissione, questo obbligo era stato previsto solo per chi gestisce b&b e case vacanze in via imprenditoriale. Con una retromarcia invece, la stessa maggioranza ha invece previsto questo obbligo per tutti.

MUTUI BANCARI

Ed è arrivata in Senato, con l’approvazione di tre emendamenti riformulati al dl Fisco, una soluzione per i mutui agevolati concessi ai dipendenti di banca, danneggiati dall’aumento dei tassi e dalla tagliola sui fringe benefit. La concessione di prestiti (a tasso agevolato) è per i dipendenti di banca il principale fringe benefit. La riformulazione interviene proprio sul trattamento fiscale di questo benefit, stabilendo che per la sua tassazione si assume il 50 per cento della differenza tra l’importo degli interessi calcolato al tasso ufficiale di riferimento vigente alla data di scadenza di ciascuna rata o, “per i prestiti a tasso fisso, alla data di concessione del prestito”, e l’importo degli interessi calcolato al tasso applicato sugli stessi. La modifica si attua – si legge – “a decorrere dal periodo di imposta in corso alla data di entrata in vigore della legge di conversione” del dl Fisco. Ovvero dal 2023.

ASL

Sono stati introdotti dei limiti all’autonomia imprenditoriale di Asl, aziende ospedaliere, istituti di ricovero e cura a carattere scientifico pubblici – anche se trasformati in fondazioni – e aziende spedaliere universitarie integrate con il Servizio sanitario nazionale. Nel dettaglio, si prevede che tale autonomia imprenditoriale si eserciti per il coordinamento della finanza pubblica e per la garanzia dell’erogazione dei livelli essenziali di assistenza e nei limiti delle direttive e degli impegni regionali volti alla realizzazione di obiettivi di riequilibrio, anche territoriale, della stessa erogazione dei livelli essenziali di assistenza e di riequilibrio dei risultati d’esercizio del bilancio sanitario delle aziende e del bilancio sanitario consolidato della Regione”.

A24-A25

Dal primo gennaio 2024 la concessionaria autostradale Strada dei Parchi (del gruppo Toto) tornerà a gestire le autostrade A24 e A25, che collegano il Lazio all’Abruzzo.

PIR

Gli italiani potranno d’ora in poi detenere anche più di un Piano di risparmio a testa, per un massimo di investimento di 200mila euro da spalmare su 5 anni. La riformulazione elimina il divieto per gli italiani di detenere più di un Pir a testa, permettendo la possibilità di avere più d’uno nel caso di Pir ordinari costituiti presso lo stesso intermediario o la stessa impresa di assicurazione, e nel caso di Pir costituiti a decorrere dal primo gennaio 2020.

BONUS PSICOLOGO

Aumenta la dotazione finanziaria del bonus psicologo 2023 di 5 milioni di euro. Le nuove risorse, viene specificato, verranno distribuite a tutte le Regioni e le Province autonome con uno o più decreti del ministero della Salute sulla base delle quote di accesso al finanziamento sanitario indistinto.

E-FATTURA SANITARI

Viene eliminato l’obbligo della fatturazione elettronica per i medici e altri operatori sanitari. Sempre in materia di fatture elettroniche, si prevede inoltre che le fatture elettroniche emesse (e inviate al sistema di interscambio) potranno essere visionate dai consumatori attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate in automatico, ovvero senza necessità di richiesta esplicita.

RIVERSAMENTO CREDITI R&S

Viene prorogata al 31 luglio 2024 la data ultima per il riversamento spontaneo del credito d’imposta R&S. Alla luce di ciò, coloro che hanno utilizzato in compensazione il credito d’imposta e hanno già presentato richiesta telematica di accesso alla procedura di riversamento e non hanno ancora pagato in unica soluzione o della prima rata potranno revocare integralmente la richiesta entro la scadenza del 31 giugno 2024.

FONDO EMERGENZE

Il Fondo per le emergenze nazionali viene rifinanziato con 50 milioni di euro per il 2023, reperiti da tagli ai fondi dei ministeri detenuti al Mef. Il taglio più corposo proprio per il Mef, con una dotazione di 11,121 milioni di euro, seguito dal ministero dell’Università con 8.790.000. Il taglio più piccolo è per il ministero della Salute, con un importo di 90mila euro, e per il ministero dell’Interno con 25mila euro.

PENSIONATI PER PNRR

Fino al 31 dicembre 2026 potranno essere assoldati pensionati per il conferimento di incarichi di vertice presso enti e istituti di carattere nazionale, di competenza dell’amministrazione statale, conferiti, previo parere favorevole delle competenti commissioni parlamentari, da organi costituzionali o anche “di rilevanza costituzionale”. Si specifica che ai titolari di pensioni pubbliche, le pubbliche amministrazioni non possono erogare trattamenti economici che, sommati alla pensione, eccedano il tetto annuo di 240mila euro.

MOSE

Le attività relative al primo ciclo di manutenzione straordinaria del Mose saranno affidate fino al 31 marzo 2025 con gara pubblica bandita dal Provveditorato interregionale per le opere pubbliche per il Veneto, il Trentino-Alto Adige ed il Friuli Venezia Giulia.

RIMBORSI CSM

Dal primo gennaio 2024 anche le indennità percepite per le cariche elettive e le funzioni del Csm saranno assimilati ai redditi da lavoro dipendente, e dunque interamente assoggettate all’imposizione tributaria, ad esclusione dai rimborsi spese che invece, come avviene per le cariche elettive e i membri della Consulta, non saranno considerati reddito.

CONSOB

Fino al 31 dicembre 2026 – la Commissione nazionale per le società e la borsa (Consob), in deroga alle disposizioni del proprio Regolamento del personale, potesse bandire procedure concorsuali riservate al personale non dirigenziale con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato che avesse maturato un periodo di servizio presso l’Autorità non inferiore a tre anni. L’inquadramento – veniva specificato – sarebbe stato effettuato, a seguito del superamento del relativo concorso, nella qualifica per la quale si concorreva.

SCHEDE 8-5-2 PER MILLE

Le schede del 730 relative alle scelte per la destinazione dell’8, del 5 e del 2 per mille Irpef continueranno a essere consegnare dai sostituti di imposta ad un ufficio postale o ad un intermediario, in una busta fisica, invece che in via telematica. Si elimina anche l’obbligo per i sostituti d’imposta di conservare le stesse schede per due anni, per una questione di privacy.

BANCA DATI ANTIRICICLAGGIO

Per prevenire eventuali attività di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo gli organismi di autoregolamentazione potranno istituire, previo parere favorevole del Garante della privacy, una banca dati informatica centralizzata dei documenti, dei dati e delle informazioni acquisiti dai professionisti (come i commercialisti). Ai dati di questa banca dati potranno accedere Mef, Unità di informazione finanziaria per l’Italia, Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di finanza, Direzione investigativa antimafia e Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo.

MUTUI ENTI LOCALI

Nei contratti dei mutui degli enti locali, stipulati con enti diversi da Cdp o con l’Istituto del credito sportivo, basterà allegare, invece del progetto definitivo o esecutivo approvato (come previsto finora) il progetto di fattibilità tecnico-economica approvato.

COMMISSARI OPERE PUBBLICHE

Uno o più dpcm potranno estendere i poteri dei commissari straordinari per le opere pubbliche, previsti dal dl Appalti del 2019 (primo Governo Conte) ad altri lotti funzionali già finanziati relativi agli interventi ivi individuati.

INL E ANPAL

Viene esteso anche agli anni 2020, 2021 e 2022 il beneficio previsto per il personale dell’Inl (Ispettorato nazionale del lavoro) e dell’Anpal (Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro) in base al quale le misure dell’indennità di amministrazione sono state aggiornate, dal 2023, in misura pari a quelle del personale del ministero del Lavoro.

ASSUNZIONI MOLISE E CHIGI

La Regione Molise potrà stabilizzare in via straordinaria gli operatori della Protezione civile precari assegnati al Centro funzionale decentrato e alla Sala operativa della Protezione civile regionale. Inoltre, si conferma l’aumento di 71 funzionari per il Dipartimento per le politiche di coesione della presidenza del Consiglio dei ministri.

UCRAINA

È stato prorogato ulteriormente al 4 marzo 2024 lo stato di emergenza relativo all’esigenza di assicurare soccorso ed assistenza, sul territorio nazionale, alla popolazione ucraina in conseguenza della grave crisi internazionale in atto. Nel prorogare lo stato di emergenza si stanziano 26.322.000 euro per l’anno 2024 a valere sulle disponibilità del Fondo per le emergenze nazionali.

CYBERSECURITY E SERVIZI

Per l’attuazione delle misure del Piano di implementazione della Strategia nazionale di cybersicurezza di competenza di Dis, Aise e Aisi, il presidente del Consiglio, di concerto con il Mef, su proposta del direttore generale dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (Acn) e d’intesa con il direttore generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis), dovrà disporre ogni anno a Dis, Agenzia informazioni e sicurezza esterna (Aise) e Agenzia informazioni e sicurezza interna (Aisi), una quota dei fondi per la cybersicurezza.

CUMULO SANZIONI RIFIUTI

Il cosiddetto ‘cumulo sanzionatorio’ per le violazioni riferite alla tracciabilità dei rifiuti, e dunque degli obblighi di comunicazione, di tenuta dei registri obbligatori e dei formulari, si applicherà a tutte le violazioni (per cui ovviamente non sia stata già intervenuta sentenza passata in giudicato) commesse anteriormente all’entrata in vigore del dlgs 116/2020, che ha istituito il suddetto cumulo. Il ‘cumulo sanzionatorio’ è previsto dal comma 9 dell’articolo 258 del dlgs 152/2006 in materia ambientale, che stabilisce il quantum della sanzione amministrativa applicabile, prevedendo che, in caso un trasportatore violi diversi obblighi di tracciamento dei rifiuti (ad esempio non compili il formulario di un carico e non aggiorni i registri) o commetta più violazioni della stessa disposizione (non accompagni diversi carichi di rifiuti con gli appositi formulari), si dovrà applicare la sanzione amministrativa prevista per la violazione più grave, aumentata sino al doppio. La stessa sanzione si applica a chi con più azioni od omissioni, esecutive di un medesimo disegno, commette anche in tempi diversi più violazioni della stessa o di diverse disposizioni.

ASSEGNI RICERCA UNIVERSITÀ

Arriva una proroga di 7 mesi, con uno slittamento dei termini dal 31 dicembre 2023 al 31 luglio 2024, per università ed enti pubblici di ricerca per indire procedure per il conferimento di assegni di ricerca.

SPORT

Slitta di 6 mesi, dal 31 dicembre 2023 al 30 giugno 2024, il termine entro il quale le associazioni e le società sportive dilettantistiche dovranno uniformare i propri statuti alle disposizioni previste dalla riforma dello sport contenuta nel dlgs 36/2021. Inoltre, si prevede che le comunicazioni al centro dell’impiego e al Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche, del periodo luglio-dicembre 2023, potranno essere effettuate, senza sanzioni, entro il 30 gennaio 2024 per i direttori di gara e i giocatori convocati. Un altro emendamento di Claudio Lotito (FI) approvato dall’Aula al dl Fisco prevede che i lavoratori subordinati sportivi iscritti al Fondo pensioni lavoratori sportivi, a prescindere dalla qualifica professionale, siano soggetti all’applicazione del massimale annuo della base contributiva.

NO IVA SU CHIRURGIA ESTETICA

Arriva l’esenzione dall’Iva per le prestazioni sanitarie di chirurgia estetica “volte a diagnosticare o curare malattie o problemi di salute o a tutelare, mantenere o ristabilire la salute, anche psico-fisica” a condizione che queste finalità siano certificate da un medico.

IVA INTEGRATORI

Tutti gli integratori alimentari, indipendentemente dalla forma in cui sono presentati e commercializzati, devono essere classificati come preparazioni alimentari non nominate né comprese altrove, e dunque con classificazione doganale 2106, a cui si applica l’Iva al 10%.

TPL DISABILI

Arriva un incremento di 1,2 milioni di euro a decorrere dal 2024 nel Fondo nazionale per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale al fine di garantire il diritto delle persone a mobilità ridotta all’accesso al trasporto pubblico. Le risorse, nel dettaglio, saranno suddivise esclusivamente sulla base del raggiungimento dell’obiettivo di miglioramento del rapporto tra il numero di posti offerti sui mezzi di trasporto pubblico locale accessibili alle persone a mobilità ridotta e il totale dei posti offerti rispetto al medesimo rapporto registrato nell’anno precedente.

CONTRIBUTO A CERN E AIEA

Il contributo per la partecipazione dell’Italia al Centro europeo di ricerche nucleari (Cern) e all’Agenzia internazionale dell’energia atomica (Aiea) è incrementato di 16 milioni per il 2023. Agli oneri derivanti si provvederà mediante corrispondente riduzione dello stanziamento iscritto, ai fini del bilancio triennale 2023-2025, nell’ambito del programma Fondi di riserva e speciali’ della missione Fondi da ripartire dello stato di previsione del ministero dell’economia e delle finanze per il 2023, allo scopo utilizzando l’accantonamento relativo al ministero dell’Università e della ricerca.

MINORI IN COMUNITÀ

Arriva un contributo massimo di 200mila euro per i comuni con popolazione, al 31 dicembre 2022, tra 6mila e 7mila abitanti, che hanno registrato una spesa per l’affidamento dei minori in comunità di tipo familiare o in istituti di assistenza con provvedimento dell’autorità giudiziaria superiore all’importo spettante a titolo di fondo di solidarietà comunale e che hanno subito per il 2023 il trattenimento di una quota Imu per alimentare il fondo di solidarietà non inferiore a 190mila euro.

GIOVANI CAMIONISTI

Il “Programma patenti giovani autisti per l’autotrasporto” sarà alimentato con altri 2,4 milioni di euro per il 2023 tagliati dal Fondo per l’avvio di opere indifferibili.

RISORSE FSC

Le risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione, ferma restando la loro destinazione a spese d’investimento, potranno essere ripartite in misura discrezionale tra i programmi cofinanziati dai fondi europei Fesr e Fse plus.

TV LOCALI

Via libera da parte dell’aula del Senato a un emendamento bipartisan al dl Fisco sul tema delle tv locali. L’emendamento è stato approvato con il parere favorevole dei relatori. Il Governo invece si è rimesso all’aula specificando che “la proposta presenta profili di criticità in quanto interviene su conflitti in atto e” rischia di causare “ulteriori contenziosi”. L’emendamento bipartisan approvato, firmato dai capigruppo di maggioranza e opposizione, elimina una norma introdotta in commissione e specifica che il rinvio operato alle disposizioni del dpR 146/2017 (che ha fissato i requisiti di ammissione al contributo per le radio e tv locali, tra cui un numero minimo di dipendenti e giornalisti in regola calcolati in proporzione e in base al numero degli abitanti di ogni regione) “ha inteso attribuire valore di legge a tutte le disposizioni ivi contenute a decorrere dalla sua entrata in vigore”.

INDUSTRIA FONOGRAFICA

Aumenta di 800mila euro in tre anni il limite massimo di richiesta del tax credit al 30% per le imprese produttrici di fonogrammi, di videogrammi musicali e di musica dal vivo. Ogni impresa quindi in un triennio potrà richiedere e ottenere un credito d’imposta per un tetto massimo di 2 milioni di euro nel triennio (invece degli attuali 1,2 milioni).

L’articolo Dl Fisco: ok definitivo della Camera proviene da Confesercenti Nazionale.