Il responsabile mobilità e sostenibilità Stefano Soprana: “Perché togliere un parcheggio utile? La diminuzione degli spazi a servizio della sosta porterebbe un disservizio alle persone, demotivandole a venire in centro storico punto nevralgico della città”

Questo è il dubbio di Stefano Soprana responsabile di mobilità, sostenibilità e commercio della Confesercenti del Veneto Centrale.
La questione si è riaperta pochi giorni fa, quando è emerso il problema sulla collocazione del nuovo edificio che ospiterà la Questura di Vicenza per cui il Comune ha avanzato l’intenzione di mettere a disposizione la zona del vecchio o nuovo parking Cattaneo. Quest’ultima, area appena riqualificata e allestita per ospitare il nuovo piazzale di sosta per cui sono stati spesi, tra bonifica e opere, 1,7 milioni di euro. Più verosimile per il Comune – anche se rimane solo una proposta perché la decisione finale spetta all’Agenzia statale – risulta l’opzione di spostare la nuova sede della polizia nel vecchio parcheggio Cattaneo, adiacente al nuovo.

In merito alla vicenda Soprana dichiara: “Anche se l’area del nuovo Park Cattaneo verrà salvaguardata, togliere parcheggi alla città è sempre un errore. Proponiamo che la nuova Questura sia progettata con almeno il volume necessario per mantenere gli attuali posti auto ( un park nel sottosuolo della questura sarà sicuramente percepito sicuro). Non siamo contrari a nuove costruzioni, siamo contrari a nuovi progetti che generano problemi vecchi, la città non lo merita”.

Molte persone utilizzano questo parcheggio per la sosta anche per recarsi in centro storico, la diminuzione degli spazi a servizio della sosta porterebbe un disservizio alle persone, demotivandole a venire in centro storico. Al contrario, per Confesercenti del Veneto Centrale è fondamentale che vivano i centri storici, punti nevralgici delle città.

L’articolo Confesercenti Veneto Centrale, Park Cattaneo: “Togliere parcheggi alla città è sempre un errore” proviene da Confesercenti Nazionale.