Nel giorno di apertura della piattaforma del Ministero della Cultura per la richiesta della “Carta della cultura Giovani” e della “Carta del merito”, il Sindacato librai della Confesercenti, sottolinea come gli operatori non siano stati ancora informati sulle modalità operative per concedere l’agevolazione.

“Non abbiamo ancora notizie certe se si continuerà con l’iter che era proprio del bonus diciottenni o se si procederà in modo diverso”,  spiega il Sil.

“Crediamo sia tempo di fare chiarezza in merito e che i librai vengano messi nelle migliori condizioni di operare, anche per evitare errori che possano pregiudicare l’erogazione del servizio”.

“Rispetto alla misura – continua il Sindacato librai Confesercenti – avremmo preferito che l’agevolazione continuasse ad andare a tutti i giovani, perché temiamo che, ad esempio, il dover compilare l’Isee possa scoraggiare le famiglie a richiedere la Carta e perché crediamo fortemente che questo strumento abbia contribuito alla crescita culturale dei ragazzi che ne hanno beneficiato”.

“Il nostro auspicio – conclude il Sil – è che tra le i tanti acquisti che si possono fare con le Carte, tra biglietti per cinema e teatro, abbonamenti a quotidiani e periodici, musica e libri i ragazzi scelgano questi ultimi, non solo perché così la misura darebbe impulso al nostro comparto, ma perché riteniamo che il libro sia essenziale nella formazione”.

 

L’articolo Carta Cultura e Merito: Sil Confesercenti, ad oggi i librai non hanno ricevuto indicazioni su modalità operative. Necessario chiarimento proviene da Confesercenti Nazionale.