MAECI (Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale) e Agenzia ICE hanno avviato il nuovo programma Bonus Export Digitale per sostenere i processi di digitalizzazione delle micro-imprese manifatturiere, con bando aperto fino al prossimo 15 luglio.

Il programma intende, tra l’altro, offrire un “ascensore digitale” per facilitare l’accesso delle micro-imprese alla digitalizzazione dei processi di internazionalizzazione, e si integra con altri servizi ICE quali le piattaforme e-commerce o la tracciabilità su tecnologia blockchain.

Il bonus finanzia le spese per l’acquisto di soluzioni digitali per l’export (hardware, software, formazione e servizi) attraverso un voucher per le micro-imprese fino a 4.000 euro (a fronte di spese non inferiori a 5.000 euro, IVA esc.), e fino a 22.500 euro se costituite in forma di reti o consorzi (a fronte di spese ammissibili non inferiori a 25.000 euro, IVA esc.), con la finalità di sviluppare l’attività di internazionalizzazione delle micro-imprese manifatturiere con sede in Italia. Il voucher sarà gestito con il supporto di Invitalia.

Per i dettagli e la presentazione della domanda, clicca qui.

L’articolo Bonus Export Digitale per il sostegno ai processi di digitalizzazione delle PMI proviene da Confesercenti Nazionale.