Il Natale nel Centro Storico di Bologna è sinonimo di solidarietà. E, da sempre, il punto nevralgico dell’aiuto ai bisognosi sta all’angolo tra le vie Drapperie e Caprarie, nel cuore del Quadrilatero, dove Padre Olinto Marella, sfidando il freddo e il gelo, chiedeva ai bolognesi e ai turisti di passaggio un piccolo obolo per i bambini poveri, per le famiglie non abbienti.

Scomparso nel 1969, Padre Marella ha continuato a sostare nello stesso angolo con il monumento a lui dedicato e realizzato nel 1995 dallo scultore Nicola Zamboni. E con la presenza di Padre Gabriele Digani che, anche lui, con il cappello in mano ha continuato a chiedere aiuti da destinare all’Opera Padre Marella con cui dà una mano a quanti le si rivolgono per qualsiasi necessità.

La tradizione del Natale Bolognese istituita da Padre Marella è stata ripresa nel 2016 e andata avanti sino al 2019. Interrotta dalla pandemia da Covid-19, è stata ripresa nel 2022.

Organizzata dall’Opera Padre Marella con il contributo e il sostegno di Confesercenti Bologna, la manifestazione per Natale 2023 torna con due APPUNTAMENTI ALL’ANGOLO, come sono state definite queste due scadenze tanto attese sotto le Due Torri:

sabato 16 dicembre 2023

Alle 11, quando all’Angolo di Padre Marella si esibirà il gruppo di Fausto Carpani e i So Amigh;

sabato 23 dicembre 2023

Alle 10,30, quando nello stesso Angolo di Padre Marella arriveranno per primi il Duo iDeA (i cantabarettisti Daniele Mignatti e Adriano Battistoni) con il giornalista Marino Bartoletti. Quindi, seguiranno gli interventi di maestri della risata emiliano romagnola come Paolo Cevoli, Giuseppe Giacobazzi e Duilio Pizzocchi. Tra un intervento e l’altro si esibirà un coro di bambini ucraini, russi e moldavi che, sotto la direzione di Padre Serafim Valeriani, parroco della Chiesa Ortodossa di San Basilio il Grande a Bologna, canteranno la canzone Nadèl, in dialetto bolognese.

Nel 2016 la tradizione del Nadèl ad Bulàgna, inaugurata da Padre Olinto, venne ripresa dagli Apostoli della Tagliatella che, tra una canzone in dialetto e un piatto di tagliatelle al ragù, riuscivano a raccogliere parecchie offerte per i bambini poveri. Anche quest’anno gli Apostoli della Tagliatella saranno presenti nei due APPUNTAMENTI ALL’ANGOLO per fare gli auguri a tutti in stretto dialetto bolognese.

Lo chançonnier in lingua petroniana per antonomasia è Fausto Carpani e il 16 dicembre 2023 intratterrà passanti e offerenti con il suo cavallo di battaglia L’Umarell con la bèrba e il cappel.

“È una canzone – ricorda Carpani – che ho composto più di 25 anni fa, dedicata proprio a Padre Olinto che a Natale con il suo cappello di prodigava per bambini e famiglie poveri. Grande fu il successo quando qualche anno fa la riproposi al teatro Dehon, di fianco ad Emanuele Montagna, truccato da Padre Marella. Altra canzone che non mancherà nel repertorio del mio gruppo è Sperànchvagna la naiv (speriamo che venga le neve), versione in dialetto bolognese della celebre Bianco Natale”.

Ancora oggi rimane un simbolo l’angolo di Padre Marella. “C’è ancora tanta, tanta solidarietà, attorno a quell’angolo – sottolinea Marco Mastacchi, presidente dell’Opera Padre Marella – e noi siano grati agli amici musicisti e agli artisti della risata che ci verranno a trovare in questi due appuntamenti per rinnovare una tradizione tutta bolognese, al Nadèl ad Padre Olinto”.

Un partner immancabile del Nadèl ad Bulagna all’incrocio Drapperie-Caprarie è Confesercenti Bologna.

“In questo luogo – afferma il Presidente Massimo Zucchini – c’è la sintesi del Natale com’è sentito e vissuto da quanti sono nati sotto le Due Torri. Si va alla ricerca dei doni, dei regali per parenti ed amici, ma non ci si dimentica mai degli ultimi, di chi non ha da mangiare, non ha un tetto. Il gesto di solidarietà viene da chi va in centro a fare dello shopping natalizio, ma anche dall’esercente, dal gestore di un bar o un ristorante che destina parte del suo ricavato anche ai bisognosi”.

Nelle foto allegate, un concerto di Fausto Carpani degli anni scorsi per il Nadèl ad Bulàgna e l’Angolo di Padre Olinto, presidiato fino a qualche anno fa da padre Gabriele Digani.

L’articolo Bologna, Natale di solidarietà all’angolo di Padre Olinto Marella proviene da Confesercenti Nazionale.