“Rispettiamo assolutamente l’intervento del capo dello Stato, ma ora serve trovare urgentemente una soluzione per non gettare di nuovo nel caos il settore, da cui era appena uscito dopo quasi 14 anni di incertezza. Un periodo lunghissimo che ha impoverito il comparto, bloccato gli investimenti e ridotto al minimo le nuove aperture di impresa”.

Così Maurizio Innocenti, presidente di Anva, l’associazione di Confesercenti che riunisce le imprese del commercio ambulante.

“La direttiva Bolkestein è stata recepita dal nostro Paese nel 2010 – rileva -. Si era trovata un’intesa, in sede di conferenza Stato Regioni, per i bandi di di rinnovo: ma questa intesa è stata azzoppata da un lunghissimo stop&go, fatto di proroghe, annullamenti, riforme e controriforme. Il risultato è che solo alcuni comuni hanno potuto effettuare le procedure selettive citate dal Capo dello Stato, mentre gli altri sono rimasti al palo. Un caos che non è certo responsabilità degli ambulanti, e che non deve essere pagato da loro”.

 

L’articolo Anva Confesercenti: “commercio ambulante nel caos concessioni. Rispetto per intervento Mattarella, urgente trovare soluzione” proviene da Confesercenti Nazionale.